Martedì, 27 Dicembre 2016 11:21

EMOZIONI E FELICITÀ: ISTRUZIONI PER L’USO Presentato alla Biblioteca Nazionale di Roma l’importante libro di Alberto Bonizzato

Può un libro aiutarci a scoprire o semplicemente a ritrovare noi stessi, asuperaregli ostacoli che impediscono la nostra piena realizzazione, aspaziare in nuovi orizzonti e a vivere felicemente? La risposta è sì!

Un giorno d’inverno di tanti anni fa,  con l’auto in panne e la necessità di rimetterla in marcia al più presto,  mi ritrovai a fare l’assistente del mio meccanico di fiducia,  Fausto,  a corto di personale per un’epidemia influenzale. Mentre gli passavo i ferri come un infermiere in sala operatoria,  gli chiesi cosa l’avesse motivato a diventare un meccanico. Non dimenticherò mai il suo racconto: semplice e bellissimo.Tutto cominciò quando aveva dieci anni,  davanti alle lacrime del fratellino che gli porgeva un giocattolo rotto. Pur di vederlo tornare a sorridere,  Fausto frugò nella cassetta dei ferri di papà,  si armò di cacciavite e aprì il giocattolo: “Ho visto come era fatto dentro,  ho capito perché non funzionava più,  e l’ho rimesso a posto”,  mi disse coniugando i verbi in un improbabile tempo passato prossimo,  come si usa al nord. Nel vedere il fratellino raggiante,  ma anche orgoglioso della sua piccola impresa e gratificato da un lavoro che l’aveva divertito,  Fausto si ripromise che da grande avrebbe fatto il meccanico., Questo apparente “fuoripista” ci introduce nel vivo del tema del 5° blog Censupcom. Esattamente come accadde a Fausto con il giocattolo del fratellino,  infatti,  è possibile guardare dentro ai meccanismi della nostra mente,  capire come funzionano e imparare a porre rimedio alle cose che non vanno: in noi stessi e di conseguenza anche nelle dinamiche delle relazioni con gli altri. Tutto questo ci permetterà di ribaltare uno stato di insoddisfazione e infelicità,  sovvertendolo in una condizione diametralmente opposta,  nella quale bearsi godendosi la felicità interiore che viene dal sentirci soddisfatti di noi stessi e sereni con il mondo esterno. Sostanzialmente,  si tratterà di passare da quel frustrante senso di impotenza in cui si subiscono le circostanze della vita,  qualunque esse siano,  ad una situazione permanente e al tempo stesso dinamica in cui assumiamo il pieno controllo di noi stessi. Ci libereremo così una volta per tutte da quel devastante mix d’ansia e paura che ci frena limita. In questo modo ottimizzeremo anche i rapporti con gli altri e rigenereremo di continuo le condizioni per un’esistenza serena e gratificante  anche in presenza di conflitti avversità. Troppo bello per essere vero? No. Perché è esattamente quello che troviamo in Emozioni e Felicità,  il nuovo libro di Alberto Bonizzato,  cofondatore Censupcom con Laura De Biasi. Il carismatico autore ci conduce in un avvincente viaggio alla scoperta delle nostre dinamiche interiori,  illuminando ogni singolo meccanismo che regola il funzionamento delle relazioni umane e soprattutto facendo tesoro di una vasta e intensa esperienza di gestione dei rapporti personali. Un libro per certi versi di rilevanza accademica,  ma di pratica e intuitiva consultazione,  dove l’articolata complessità della materia trattata è stata abilmente disassemblata dall’autore in tante parti distinte che,  proprio come in un manuale d’istruzioni,  ci danno un esploso delle singole componenti del tutto. La logica espositiva non segue uno schema strettamente sequenziale,  ma piuttosto “ipertestuale”,  in quanto mutuata dalla strutturazione tipica della comunicazione verbale Web – alla quale ci stiamo sempre più abituando – adattandola efficacemente alla carta stampata., Il libro,  fresco di stampa e pubblicato da BookSprint edizioni,  è stato ufficialmente presentato presso la Biblioteca Nazionale di Roma dallo stesso Alberto Bonizzato,  che ha rilasciato una interessante intervista,  condotta da una giovane giornalista (https://www.youtube.com/watch?v=SRLxjKGM48g). Alberto Bonizzato ci intrattiene,  oltre che per l’assoluta rilevanza degli argomenti esposti,  anche per i suoi modi fortemente empatici e coinvolgenti,  con una voce sempre pacata e suadente e con un sorriso capace di sdrammatizzare anche le situazioni più spinose o ingombranti,  neutralizzandole o collocandole nella giusta dimensione.

Alessandro Menegazzo

Lascia un commento

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.